Truffa dello specchietto a Medicina, due arresti

186

Ancora una truffa dello specchietto. I carabinieri della tenenza di Medicina hanno arrestato una coppia di 25enni italiani per tentata truffa aggravata in concorso.
Il fatto risale alla mattinata di ieri, mercoledì 11 settembre, durante un controllo del territorio che i militari stavano effettuando in via della Valle a Villa Fontana.
Transitando lungo la strada, l’attenzione dei militari è stata richiamata dai gesti di un anziano automobilista alla guida di una Fiat Panda che stava procedendo sul senso opposto di marcia, inseguita a brevissima distanza da un’altra utilitaria con a bordo due persone. I carabinieri hanno intuito che l’anziano aveva bisogno di aiuto, così hanno invertito velocemente il senso di marcia e si sono messi all’inseguimento dei due veicoli, fermandoli poco dopo.
L’anziano automobilista, un 77enne di Medicina, ha subito confermato ai militari di essere stato vittima di una tentata truffa, con la tecnica dello specchietto retrovisore rotto, perpetrata da due soggetti che lo stavano inseguendo a bordo di un’Opel Adam di colore bianco. I due truffatori, portati in caserma per l’identificazione, si sono rivelati una coppia di 25enni italiani, un uomo nato a Siracusa e residente a Noto e una donna nata a Milano e residente ad Ardea, con precedenti di polizia specifici. Su disposizione della Procura della Repubblica di Bologna, i due malviventi sono stati tradotti in carcere.