Tor des Geants, l’imolese Galeati si ritira dopo 2 giorni e 16 ore di gara

382
Gianluca Galeati, imolese 36enne, alla settima partecipazione al Tor des Geants

Il gigante non è riuscito a chiudere la sua settima meraviglia. L’ultra trailer imolese Gianluca Galeati ha dovuto rinunciare a portare a termine il suo settimo Tor des Geants, da molti ritenuta la gara di resistenza più estrema e impegnativa del mondo. L’Imolese si è dovuto arrendere dopo 2 giorni 16 ore e 24 minuti di corsa, dopo essere transitato al punto di controllo di Oyace alle 4 di mattina di oggi, mercoledì 11 settembre. Il nostro Gianluca, 36 anni, è stato sempre nella top ten, transitando addirittura in quarta posizione ai – 100 all’arrivo, in una gara in cui anche solo arrivare è un traguardo rimarchevole.

Come conferma il suo team su Facebook, Galeati ha lottato con tutte le sue forze ma nell’ultima notte alimentazione e idratazione erano state compromesse. Da qui, dopo un consulto medico, la sofferta decisione del ritiro.

La Thuile, Gressoney, Cogne, Champoluc alcuni dei paesi toccati dalla gara, 330 km in solitaria prima di tornare al punto di partenza nel Comune di Courmayeur.
Sul gradino più alto del podio salirà molto probabilmente per la seconda volta Oliviero Bosatelli, atleta bergamasco che ha fin da subito imposto un ritmo da record alla gara e il cui arrivo sul traguardo è previsto nelle prossime ore. Alle sue spalle il canadese Galen e il francese Olivier.