«Un accordo per far crescere gli atleti». Imolanuoto e Centro sub Faenza entrano in sinergia

255
La piscina Ruggi, casa dell'Imolanuoto

Una sinergia per far crescere i giovani atleti. Imolanuoto e Centro sub nuoto club Faenza 2000 hanno siglato, come anticipato durante la festa per i 30 anni della società imolese, un accordo di collaborazione «per favorire la crescita degli atleti delle due società».
Il sodalizio del presidente Piancastelli, leader a livello nazionale per la rana e pronto a diventare centro federale (il 19 settembre ci sarà l’incontro chiave con il presidente Fin Barelli), si occuperà eminentemente della parte del nuoto agonistico sotto la guida di Casella e gli altri tecnici Imolanuoto, mentre la società faentina di stanza alle piscine di piazza Pancrazi valorizzerà la pallanuoto ed il settore del nuoto sincronizzato.

Gli atleti della società faentina

«Il Centro sub nuoto ha per tradizione la vocazione di occuparsi dei giovani sin dalla più tenera età – spiega il presidente Antonio Marcelli -. Gli amici di Imola hanno dimostrato la capacità di portare atleti a livelli altissimi. Si inizia così a tracciare una strada per i nostri ragazzi, dando loro la concreta possibilità di crescita e di arrivare ad essere altamente competitivi».