Sgominata la banda delle rapine all’area di servizio Santerno ovest, due arresti

283
Gli oggetti sequestrati ai due rapinatori. Fonte Questura di Bologna

Era tutto pronto per il quarto colpo nel giro di pochi mesi, ma stavolta ad attenderli alla stazione di servizio hanno trovato gli agenti della polizia ad attenderli.
È finalmente stata sgominata, grazie all’operazione Kusar, il duo criminale che da inizio giugno teneva sotto scacco il distributore di benzina dell’area di servizio Santerno ovest, situata all’altezza del km 60 della A14, nei pressi di Solarolo.
Tutto è iniziato con la prima rapina dell’8 giugno, in cui due rapinatori dal volto coperto avevano minacciato con un coltello l’operatore alla cassa del distributore per sottrarre l’incasso.
Alla rapina erano poi seguiti due episodi analoghi il 12 ed il 16 agosto, sempre con le stesse modalità, che avevano fruttato alla coppia di rapinatori circa 4mila euro.

Il coltello usato dai rapinatori.

Gli investigatori del Compartimento Polizia Stradale Emilia Romagna, coadiuvati dal reparto di Forlì, incrociando le informazioni raccolte e dalle testimonianze delle vittime, sono riusciti a restringere il campo dei sospettati a un gruppo di delinquenti albanesi che gravitavano nell’area faentina.

Grazie a degli appostamenti mirati nei luoghi presi di mira dai malviventi e alla sorveglianza di alcuni di questi, alle prime ore di lunedì 19 agosto, in occasione dell’ennesima rapina ai danni del solito addetto alla distribuzione del carburante, i poliziotti hanno arrestato in flagranza di reato due cittadini albanesi di 29 e 24 anni, con regolare permesso di soggiorno il primo e appena giunto in Italia l’altro. La Polizia, a casa dei due arrestati, ha sequestrato vario materiale probabilmente frutto di precedenti rapine. Gli arrestati si trovano al momento presso la casa circondariale di Ravenna a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.