Con.Ami, l’assemblea ha approvato il bilancio 2018

261
La sede Con.Ami in via Mentana a Imola

Dopo che il nuovo consiglio di amministrazione, nato sotto l’insegna dell’ennesimo scontro tra la sindaca di Imola e gli altri primi cittadini dei Comuni consorziati, anche l’assemblea dei soci ha votato il bilancio consuntivo 2018 del consorzio. I primi cittadini riunitisi nella mattinata di oggi, venerdì 12 maggio, hanno ritenuto opportuno dare il loro assenso al documento anche come che e come gesto di distensione. Tra i punti all’ordine del giorno anche la nomina dei due componenti rimasti da scegliere del CdA. Al momento della votazione i primi cittadini presenti si sono alzati e abbandonando la seduta, lasciando il solo rappresentante del Comune di Imola (il vicesindaco Patrik Cavina) a votare i nomi proposti dall’amministrazione imolese: Stefano Bedeschi e Sabrina Montaguti. Ma non essendoci stata la doppia maggioranza necessaria affinché le nomine siano effettive (serve sia la maggioranza delle quote – e Imola ha dalla sua il 65% -, sia la maggioranza dei soci – 13 su 23), il Cda rimane ad oggi composto da tre membri. Alla base della scelta dei sindaci di non prendere parte alla votazione c’è la non condivisione del metodo utilizzato dall’amministrazione comunale imolese per comporre il CdA.