Chiesto il rinvio a giudizio per Robert Fultz, dall’Andrea Costa piena fiducia nella giustizia

187

Il fatto risale all’ottobre 2013, Robert Fultz avrebbe denunciato il falso furto della sua auto, un’Audi Q5, per riscuotere il premio dell’assicurazione, stipulata alla Generali Spa di Mogliano Veneto, per poi rivendere la vettura in seguito. Conclusasi l’indagine la procura di Treviso chiede il rinvio a giudizio per il giocatore della squadra di basket imolese, la causa passa nelle mani del giudice che dovrà decidere se avviare il processo o dichiarare il non luogo a procedere. La denuncia è partita dalla società Generali che, durante le normali verifiche in caso di liquidazione per furto, avrebbe scoperto che la BMW era stata invece venduta. Dall’Andrea Costa arriva la vicinanza al giocatore e la piena fiducia negli organi di giustizia, attendono gli sviluppi facendo però notare che si tratta di un fatto relativo alla vita privata di Fultz peraltro commesso quando non era ancora nella squadra imolese.