Oggi l’ordinazione episcopale di monsignor Mosciatti

1338
Il vescovo guiderà i fedeli nella recita del Rosario venerdì 13

La Diocesi di Imola si prepara all’ingresso del nuovo vescovo Giovanni Mosciatti. L’ordinazione episcopale si terrà in cattedrale di San Cassiano il 13 luglio alle ore 17 e verrà trasmessa in diretta sulla pagina Facebook de Il Nuovo Diario Messaggero (qui il link alla pagina).
Ecco alcune indicazioni per chi è intenzionato a partecipare.
Tutte le persone che vorranno entrare in Cattedrale dovranno munirsi di pass, distribuiti presso i vicariati: 70 pass per il vicariato di Imola e 20 pass per gli altri vicariati (escluso Lugo).
Per la Diocesi di Fabriano-Matelica si può fare riferimento al vicario generale, mons. Tonino Lasconi, per informazioni in merito. Per altri che hanno ricevuto l’invito scrivere a ufficiostampa@imola.chiesacattolica.it.

Se in chiesa ci saranno alcuni posti disponibili, il servizio d’ordine farà accedere le persone presenti sul piazzale antistante. In cripta saranno allestiti 3 maxischermi per permettere di seguire la celebrazione, anche il piazzale sarà munito di un maxischermo con circa 350 sedie, altri monitor saranno allestiti nella chiesa di Santo Stefano delle clarisse e nella chiesa del monastero delle domenicane di Castel Bolognese.
L’ingresso in cattedrale dovrà essere effettuato tramite gli appositi varchi tassativamente dalle 15 alle 16. Tutta l’area attorno alla cattedrale e alla Rocca sarà interdetta al traffico e alla sosta dei mezzi (escluso il carico e scarico dei pullman in via Saffi e i mezzi che avranno l’autorizzazione ad accedere all’area della cattedrale).
Per chi venisse con mezzo proprio i parcheggi disponibili sono parcheggio Ortomercato (a sbarra), parcheggio Cavina (a sbarra), piazzale Bianconcini (a pagamento con colonnine blu), parcheggio Bocciofila in viale Saffi (con posti liberi), parcheggio Osservanza (con accesso da piazzale Vittime Lager Nazisti, con posti liberi). Chi venisse in bicicletta potrà parcheggiare esclusivamente nell’area del sagrato adiacente l’abside della cattedrale.
I disabili, con pass di accesso per le navate centrale e laterali, potranno accedere dalla rampa di accesso alla basilica, dovranno segnalare la propria presenza al ritiro del pass e avranno area dedicata.
In basilica e sul sagrato i cellulari vanno tassativamente mantenuti spenti (per assicurare a tutti la possibilità di seguire dagli altoparlanti e l’adeguato funzionamento dei radiomicrofoni).

Al termine della celebrazione ci sarà un momento di festa presso il prato della Rocca Sforzesca (via Giovanni dalle Bande Nere, a 200 metri dalla cattedrale) a cui tutti sono invitati (anche chi non riuscisse a partecipare alla celebrazione).