«Paghiamo noi!» L’Imolese giocherà ancora in serie C

525
Un'immagine della conferenza stampa di ieri sera

È ufficiale: l’Imolese giocherà in Serie C anche la prossima stagione.
A darne l’annuncio, dopo la presentazione del nuovo addetto stampa Matteo Celotti, è stata la segretaria generale Elisa Tassinari; nella giornata di oggi sarà portata a termine l’iscrizione, con il deposito negli uffici della Lega Pro di fideiussione da 350mila euro quota di iscrizione (25mila destinati a diventare, a fine stagione, 50mila). Il resto della documentazione necessaria è già stata mandata via mail e da domani l’Imolese Calcio sarà a tutti gli effetti nel novero delle partecipanti alla Serie C 2019/20.
I grifoni hanno quindi ottenuto la deroga dalla Lega Pro, e sarà proprio la società rossoblù a farsi carico delle spese per portare l’impianto di illuminazione del Romeo Galli a 800 lux, con i – brevi – lavori che termineranno nel giro di pochi giorni. Si continuerà dunque a giocare nell’impianto di viale Atleti Azzurri d’Italia.
Dopo la presentazione di Jessica Merlo, rappresentante della nuova struttura marketing dell’Imolese (con tanto di presentazione della campagna abbonamenti) è intervenuto il presidente Lorenzo Spagnoli: «Nella proprietà c’è sempre stata la ferma volontà di migliorare il club anno dopo anno, e i nuovi inserimenti societari vanno in questa direzione. In generale abbiamo fatto un grande sforzo economico, dimostrando grande amore per l’Imolese: crediamo nel progetto sportivo, con le partite dei playoff abbiamo tastato le potenzialità della città che non ha nulla da invidiare a nessuno. Faccio il primo appello da quando sono qui: riempiamo lo stadio come nelle ultime due partite, dobbiamo dimostrare cosa sia l’Imolese sia in campo che fuori. Assieme siamo più forti tutti, vogliamo diventare un esempio per tutta Italia».