Cda Con.Ami, altra nomina in solitaria

758
La sede Con.Ami in via Mentana a Imola

La storia si ripete. La sindaca di Imola Manuela Sangiorgi ha nominato il nuovo consiglio d’amministrazione del Con.Ami nell’assemblea dei soci che si è tenuta in seconda convocazione nel pomeriggio di oggi, mercoledì 19 giugno, dopo che quella di ieri in prima convocazione non aveva visto presentarsi la Sangiorgi.
La sindaca pentastellata si è quindi appellata di nuovo congiuntamente all’articolo 2369 del Codice Civile e all’articolo 114 del Tuep già richiamati nella nomina in solitaria del gennaio 2019 “per garantire l’operatività del Consorzio”, contro la cui legittimità i Comuni avevano fatto ricorso al Tar.
La presidenza sarà affidata a Andrea Garofalo, originario di Fidenza e già direttore di Rete gas Fidenza, che andrà a prendere il posto della dimissionaria Forte. Insieme a lui siederanno nel consiglio di amministrazione Giulio Cristofori, Francesca Cardelli Nanni, Susanna Caroli e l’avvocato bolognese Gianguido Roversi, i cui nomi comparivano nella lista di coloro che avevano risposto alla procedura per raccogliere le candidature.
Proprio la presenza di Cardelli Nanni e Caroli è un punto cruciale: la prima, avvocato imolese si era già seduta tra le fila del Con.Ami, nominata consigliere nel 2014 sotto la presidenza Manara, mentre la seconda, dottoressa commercialista, faceva parte dei nomi graditi ai soci, stando alle dichiarazioni rilasciate dalla sindaca di Imola.
Al momento della votazione i sindaci dei Comuni presenti in assemblea hanno deciso di abbandonare l’aula. Nella seduta odierna è stato inoltre approvato il bilancio consuntivo 2018, il cui spostamento al primo posto dell’ordine del giorno era stato il punto di scontro tra soci e Presidenza dell’assemblea.