Mercatone Uno, doccia gelata: Shernon Holding dichiara il fallimento

819
Foto: La storica sede imolese

La biglia rotola, sempre più in basso. Con la sentenza numero 414/2019 il Tribunale fallimentare di Milano ufficializza il fallimento di Shernon Holding Srl, la società a responsabilità limitata che meno di un anno fa aveva acquisito i 55 punti vendita di Mercatone Uno.
È un duro colpo al progetto di rilancio del gruppo, che sarebbe dovuto passare da un importante incontro il 30 maggio tra la dirigenza e rappresentanti dei sindacati e del governo presso il Ministero dello sviluppo economico.
Serrande abbassate in tutti i punti vendita (compreso il centro dirigenziale di Imola, che conta circa 60 dipendenti), lavoratori furiosi e con un’incognita sul proprio futuro, fornitori che hanno deciso di tutelarsi organizzandosi in associazioni per far valere i propri diritti.
Il fallimento è la conseguenza di una procedura di concordato preventivo avviata ad aprile, che aveva visto lavoratori e sindacati organizzare una protesta davanti allo storico quartier generale imolese.

«Confermiamo la piena disponibilità ad incontrare ed ascoltare l’ottantina di lavoratori del territorio imolese coinvolti e le organizzazioni sindacali, per capire la situazione e valutare quali azioni si possono compiere, sempre all’interno di un quadro di intervento a livello nazionale» ha dichiarato il vice sindaco imolese Patrik Cavina, a poche ore della decisione del Ministero dello sviluppo economico di anticipare a lunedì 27 l’incontro previsto per il 30 maggio.