Le sentenze del Tar e il bene del popolo

78

Uno dei principi fondamentali della chimica afferma che, per passare da una sostanza instabile ad una più stabile, occorre attraversare una fase intermedia più instabile della precedente.
Tale principio pare proprio fatto su misura anche per le situazioni, personali e sociali, in cui siamo coinvolti come persone e può ricordarci che il tanto desiderato cambiamento non è per nulla facile né immediato, ma necessita di un lungo, serio e duro lavoro, che passa attraverso fasi spesso anche molto critiche e precarie. È evidente che, nelle ultime elezioni amministrative, il popolo ha scelto il cambiamento, affidandolo alla guida di “Manuela Sangiorgi Sindaco”. Su questo dato di realtà è inutile discutere.
Le recentissime sentenze del TAR, che riconoscono corrette le “Battaglie della Sindaca”, sono un importante punto di svolta in questo percorso ad ostacoli, che ha come obiettivo il bene della Città.
Quali liberi cittadini che amano la propria Città dichiariamo quanto segue:
1 – Siamo a conoscenza che tutte le persone che lavorano seriamente per fornire servizi ai cittadini non possono più sopportare che una minoranza crei disservizio allo scopo di esasperare certe situazioni, che finiscono col provocare discredito alla sindaca. La storia ci insegna che “il desiderio di una società più giusta non morirà mai”.
2 – Desideriamo che la sindaca abbia il pieno appoggio dei suoi collaboratori e di tutti i suoi elettori per continuare ad opporsi, col suo operare, ad interessi parziali legati al passato, difesi con ogni mezzo.
3 – Desideriamo manifestare alla sindaca Manuela Sangiorgi la nostra totale fiducia affinché possa scegliere liberamente i propri collaboratori con criteri di effettiva professionalità, serietà e passione per il bene comune.
4 – Affermiamo, infine, che l’impegno per realizzare il bene della nostra comunità imolese non può essere ridotto ad una lotta interna ai 5S. Disapproviamo qualunque tentativo che, con motivazioni non dichiarate pubblicamente, tenda a far fallire questo tanto desiderato cambiamento.

Un gruppo di cittadini (seguono 30 firme)