Merola – Sangiorgi, botta e risposta

283

Senza voler intervenire “sulle discussioni interne al Movimento 5 Stelle” (il caso Longhi aperto dopo che i probiviri hanno chiesto alla sindaca Manuela Sangiorgi chiarimenti in merito ad una vecchia condanna dell’assessore alla sicurezza e che ha spaccato il M5S; ndr.), il sindaco di Bologna Virginio Merola, come riportato dalle colonne del Corriere della Sera dice di parlare da sindaco metropolitano quando afferma che “Imola è ferma e quindi mi auguro che presto cambi strada e non si blocchi una città che ha bisogno di andare avanti”. Una frase ha subito suscitato la risposta piccata della prima cittadina imolese:  “Ringrazio Merola per l’attenzione dedicata mezzo stampa alla nostra città ma lo invito a preoccuparsi piuttosto della gestione della sua Bologna che, a quanto mi risulta, non è esente da criticità. Imola non è ferma ma fa comodo sostenerlo in un concerto di dichiarazioni monotematiche targate Pd. Certo che se l’ostruzionismo adottato dai suoi colleghi di partito nella vicenda Con.Ami è sinonimo di una attiva modalità operativa, sono contentissima di aver finalmente imboccato la direzione del cambiamento”.