Ricomincia la lotta alle zanzare

157

Torna il caldo, tornano le zanzare. Insetti apparentemente innocui ma che in Italia nel decennio dal 2007 al 2017 hanno causato epidemie di febbre da Chikungunya e lo scorso anno, in particolar modo, si sono manifestati numerosi casi di West Nile anche sul nostro territorio.
Proprio per bloccare sul nascere questo tipo di problemi, la sindaca di Imola Manuela Sangiorgi, con un’ordinanza, chiede ai cittadini che dispongono di aree all’aperto dove possono crearsi delle raccolte d’acqua stagnanti di effettuare i trattamenti contro le zanzare. Trattamenti che dovranno essere fatti dal 25 aprile al 31 ottobre ed in relazione all’andamento climatico.
Oltre a questo, l‘ordinanza impone di non abbandonare negli spazi aperti dei contenitori d’acqua, di tagliare e tenere sgombri i cortili da erbacce e sterpaglie e di svuotare le fontane e le piscine fuori uso.
Dall’Amministrazione comunale fanno sapere che i controlli che saranno effettuati per verificare il rispetto dell’ordinanza si concentreranno sulla presenza di contenitori o sottovasi non svuotati e sul possesso del prodotto larvicida per il trattamento dei pozzetti.