Tiene in ostaggio la sua ex ma lei riesce a fuggire e a farlo arrestare

359

Nella notte tra domenica 31 marzo e lunedì 1 aprile, i carabinieri di Medicina hanno arrestato un faentino di 32 anni per sequestro di persona aggravato e violenza privata.
Verso l’una di notte, alla centrale è arrivata la telefonata di un automobilista preoccupato che informava i militari dell’Arma di aver prestato aiuto ad una donna in via San Carlo a Castel San Pietro Terme.
La ragazza intimorita ha chiesto soccorso all’autista e, una volta salita a bordo del suo furgone, lo ha incitato a dirigersi in caserma per denunciare l’accaduto.
All’arrivo degli agenti, la vittima ha raccontato di essere stata contatta qualche ora prima dal suo ex per parlare del loro rapporto ma quando il malvivente è salito sull’auto della ragazza e anziché chiarire, l’ha minacciata di partire alla volta di Medicina per regolare delle vecchie questioni personali.

Temendo per la sua salute, la ragazza ha più volte tentato di accostare l’auto e fuggire ma il suo ex è riuscito in più occasioni a bloccarla fino a quando, giunta in via San Carlo, è scappata ed è salita sul furgone di un signore che stava transitando in quella zona.
Non contento di quanto fatto fino a quel momento, il 32enne faentino si è messo alla guida dell’auto della ragazza per inseguire il furgone ma rendendosi conto che si stava avviando verso la caserma dei carabinieri ha fatto inversione per dirigersi verso la stazione ferroviaria per tentare la fuga a bordo di un treno.
Il malvivente, però, è stato fermato dai militari e su disposizione della Procura della Repubblica di Bologna, gravato da precedenti di polizia contro il patrimonio e la persona, è stato tradotto in carcere.