La Fenice rinasce, festa rimandata per il Kaos

120
Foto: IsolaPress

Festeggiamenti posticipati. La Fenice rovina il sabato di giubilo per l’Imolese Kaos, rinascendo dalle proprie ceneri e rimontando il Miti Vicinalis. Gli imolesi avevano svolto il loro compito, risvegliandosi nel secondo tempo e battendo un Pordenone solido ma troppo superficiale.

La partita. Parte subito forte l’Imolese Kaos, che va in gol con il solito Castagna. Poi l’incanto si interrompe: troppi falli e l’espulsione di capitan Vignoli portano il punteggio alla fine della prima frazione sul 3-1 per il Pordenone, tenuto a galla da una giornata di grazia del portiere Vascello. La falsariga sembra rispettata a inizio secondo tempo: Kaos 1 Pordenone 4. Poi qualcosa scatta. La voglia di festeggiare la promozione già oggi prevale e il Kaos recupera lo svantaggio, per poi ribaltare la partita a 3 minuti dalla fine con un gol Salas.

Le prime notizie giunte da Vazzola parlavano di un Miti Vicinalis in vantaggio a fine primo tempo. Venezia tuttavia rimonta nella seconda frazione e tiene vivo, dal punto di vista matematico, il discorso qualificazione imponendosi per 3-4. La festa è solo rimandata.