Da Medicina a Caldarola, una scuola per combattere il sisma del 2016

423

Circa due anni e mezzo fa, il 24 agosto 2016 per l’esattezza, una violenta scossa di terremoto distrusse e danneggiò tantissime città dell’Italia centrale. Tra gli edifici che vennero ridotti in macerie ci fu anche la scuola elementare del Comune di Caldarola.
In quei giorni, la Protezione civile di Medicina intervenne a sostegno della popolazione locale montando una tensostruttura e gestendo la cucina per gli sfollati. Nella disgrazia, tuttavia, si è creato un rapporto molto profondo che lega ancora oggi le due città.
Proprio per questo motivo, sabato 2 febbraio, un delegazione composta dal vicesindaco emiliano Matteo Montanari e dai rappresentanti della Protezione Civile di Medicina, della Pro Loco, delle Associazioni Torre dell’Oca, Torre dei Cavalli ed Eretici, si è recata nel paese marchigiano per partecipare all’inaugurazione della nuova scuola elementare di Caldarola.
La struttura, appena costruita, è stata finanziata con un importo di quasi 4 milioni di euro da Legacoop Emilia-Romagna e Coop 3.0.
All’inaugurazione erano presenti anche la Commissaria alla ricostruzione Paola De Micheli e il presidente del Parlamento Europeo Antonio Tajani.