Decreto sicurezza, prime multe a chi circola con targa straniera

404

Dopo l’entrata in vigore del decreto sicurezza, sono iniziati anche a Imola i controlli sulle auto immatricolate all’estero che circolano sul nostro territorio.
Venerdì pomeriggio una pattuglia della Polizia Municipale ha fermato, durante un normale controllo di polizia stradale, un’auto con targa rumena alla cui guida si trovava una donna di nazionalità rumena, ma che è poi risultata essere residente in Italia da oltre 60 giorni. Nei suoi confronti quindi è scattata una sanzione pecuniaria di 712 euro, mentre l’auto da lei condotta è stata sospesa immediatamente dalla circolazione e trasportata tramite carro attrezzi presso un luogo non soggetto a pubblico passaggio.
Qualora la conducente non provvedesse entro 180 giorni alla immatricolazione del veicolo in Italia – o alla richiesta del foglio di via per condurlo oltre confine – il veicolo verrà confiscato.

La Polizia Municipale ricorda quindi che quanto accaduto in questa occasione verrà applicato ogniqualvolta verrà sorpreso alla guida di un veicolo con targa estera un conducente che abbia stabilito la propria residenza in Italia da oltre 60 giorni.
Sono salvi solo quei conducenti che, pur avendo la propria residenza in Italia da oltre 60 giorni, si trovano alla guida di un veicolo concesso in leasing o in locazione senza conducente da un’impresa costituita in un altro stato membro dell’Unione Europea e dello Spazio Economico Europeo che non ha stabilito in Italia una sede secondaria o altra sede effettiva.
Sono inoltre salvi quei conducenti sorpresi alla guida di un veicolo con targa estera concesso in comodato che, pur residenti in Italia da oltre 60 giorni, sono legati da un rapporto di lavoro o collaborazione con una impresa costituita in un altro stato membro dell’Unione Europea e dello Spazio Economico Europeo che non ha stabilito in Italia una sede secondaria o altra sede effettiva. In questi casi è indispensabile a bordo del veicolo un documento, sottoscritto dall’intestatario e recante data certa, dal quale risultino il titolo e la durata della disponibilità del veicolo.