La Clai sul parquet della capolista. Il Kaos cerca la manita di vittorie

67
Immagine di Annalisa Mazzini Photo

Pallavolo
Trasferta ostica e particolarmente difficile per la Csi Clai Imola che affronterà l’Us Rubierese, capolista solitaria della classifica, sabato 3 novembre alle 18. Novità in Serie B2, le ragazze di coach Longagnani si ritrovano in vetta alla graduatoria grazie a prestazioni e vittorie convincenti nelle prime tre giornate, con solo due set persi a referto. A Rubiera ci si attende un pubblico delle grandi occasioni per dare il giusto sostegno al sogno di capitan Puglisi e compagne.
La Liverani Castellari Lugo, nell’ultimo turno è stata battuta tre set a zero in quel di Rovigo e cercherà il pronto riscatto sul campo del Riviera Rimini.

Calcio a 5
Il Kaos, dopo aver letteralmente asfaltato il Futsal Atesina per 10-1 conquistando la quarta vittoria consecutiva, sabato a Laives affronterà lo Sporting Altamarca per continuare il positivo rullino di marcia.

Basket
Le Naturelle Imola tornano al PalaRuggi per ospitare, domenica 4 novembre, il sentito derby con Ferrara. Per i biancorossi sarà l’occasione giusta per tentare di conquistare altri due punti fondamentali in ottica salvezza. Lo scorso anno il palazzetto imolese si è trasformato in un vero e proprio fortino inespugnabile. Due settimane fa, però, la Scaligera è riuscita nell’impresa di vincere in casa di Bowers e compagni. Per gli uomini di Di Paolantonio è fondamentale invertire subito la rotta perchè tra le mura amiche non sono ammessi ulteriori passi falsi.
Torna in campo anche la Virtus Imola dopo la bella vittoria ai danni della Pol. Arena Montecchio. E lo fa nell’ostica trasferta sui monti reggiani di Castelnovo, domenica 4 novembre alle ore 18,00.
I gialloneri sono reduci da una vittoria importante (85-67) al PalaRuggi, quando “Slava” Zhytaryuk, coadiuvato da Percan e Magagnoli chiusero i conti con buone prestazioni personali al tiro.
Contro la LG Competition sarà fondamentale non allentare la tensione agonistica, perché la squadra di coach Davide Diacci non regala mai nulla, soprattutto, tra le mura amiche.