Recupera la bici rubata, ma certo non grazie ai social

542

Va bene postare sui social ma è sempre consigliabile seguire le vie ufficiali. Soprattutto se si tratta della segnalazione di reati o di sospetti reati. Un esempio è il ritrovamento di una bicicletta rubata avvenuto nei giorni scorsi grazie all’intervento dei Carabinieri di Imola. La mountain bike (nella foto) era stata sottratta ad una 52enne faentina che ne aveva denunciato il furto, subito una ventina di giorni fa nei pressi dell’Agenzia delle Entrate, dove la donna si era recata per pagare le tasse. La presenza di una bici parcheggiata da oltre una settimana nella vicina via Laderchi aveva insospettito un cittadino che ha avvisato i Carabinieri i quali, dopo aver attivato i dovuti accertamenti, hanno scoperto che la bicicletta era proprio quella rubata alla 52enne a cui quindi è stata restituita. Tutto ciò è stato possibile soltanto perché i Carabinieri erano stati contattati direttamente. La stessa bici era stata segnalata come sospetta sulle pagine dei social network, ma questo non avrebbe sortito alcun effetto. “Quanto accaduto – sottolineano dal comando di via Morelli – serve a ricordare ai cittadini che oltre a postare situazioni simili sui social network è assolutamente indispensabile una chiamata al 112 per aiutare le vittime di analoghi reati nella maniera più celere”.