Un… Giardino di droga (17 chili). Pakistano arrestato

288
Foto Isolapress

Un Giardino, di nome e di fatto: 12 chili di marijuana e 5 di hashish. È quanto la polizia di Imola ha trovato e sequestrato nell’abitazione di un 30enne pakistano (in regola e senza precedenti) domiciliato proprio nella località imolese, immediatamente arrestato con l’accusa di detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti e tradotto al carcere della Dozza a Bologna.
L’operazione, «originata e condotta dalle squadre volanti della Polizia di Imola» come fa sapere l’ispettore Michele Mascarella, è il risultato di un lavoro di indagine e monitoraggio «portato avanti in collaborazione con tutte le forze di sicurezza imolese». Tre i passaggi salienti: prima l’individuazione del presunto spacciatore, «operante principalmente a Imola», poi delle sue aree di spaccio («principalmente stazione, scuole, autodromo, giardini pubblici») e, infine, la perquisizione nella sua abitazione di Giardino. «La droga era occultata tra la cucina e il sottoscala. Oltre ad hashish e marijuana abbiamo recuperato anche una piccola quantità di cocaina per un valore stimato tra i 50 e i 100mila euro».
Da febbraio 2017, la polizia imolese ha sequestrato più di un quintale di sostanze stupefacenti. «È evidente – prosegue Mascarella – che a Imola c’è un grosso consumo. Un fenomeno in pauroso aumento, specie tra i giovani e minori. I controlli giornalieri messi in atto dalle forze dell’ordine (30, 40 giornalieri) hanno sì in parte fatto da deterrente, ma non ci illudiamo. Il sequestro odierno è solo una goccia in un mare».