Numeri da capogiro per il RestArt

292

È stato un primo giorno di scuola inedito per gli studenti dell’istituto tecnico Paolini, della scuola media Valsalva e del liceo scientifico Valeriani. I ragazzi, prima del suono della campanella, erano tutti rivolti con il naso all’insù per osservare i nuovi murales disegnati sugli edifici. Le opere di tre noti street artist hanno dato nuova luce e un nuovo colorato volto alle strutture di via Guicciardini. L’olandese Zedz ha disegnato sulla facciata del Paolini delle caratteristiche forme geometriche dai colori vivaci. Il tedesco Mr. Woodland, invece, si è occupato del Valeriani raffigurando su di esso una ragazza attraversata da svariati fasci di luce rappresentanti l’energia della rinascita.
Infine, Artez ha rivitalizzato le mura della Valsalva. Nella sua opera compare un ragazzo che ha finito di leggere un libro e si è appena addormentato abbandonando il mondo reale per quello della fantasia.

Non è tutto qui. Il Festival, svoltosi nel parco interno delle scuole, ha piacevolmente intrattenuto i cittadini imolesi e non solo per tutto lo scorso weekend facendo segnare numeri davvero straordinari. Sono 20 mila le persone che, nell’arco dei tre giorni, hanno potuto osservare il lavoro degli street artist e assistito agli spettacoli offerti dall’organizzazione.