È Mauro Sassatelli il “Castellano dell’anno”

206

E’ Mauro Sassatelli il “Castellano dell’anno 2018”. La premiazione si è tenuta all’Arena comunale di Castel San Pietro, gremita di pubblico, in apertura della serata dedicata alla 13a edizione di “Castello in dvd”, il filmato che riassume tutte le principali manifestazioni dell’ultimo anno, realizzato da Fabio Avoni e Giorgia Bottazzi, rispettivamente operatore video e presentatrice della serata. Il sindaco Fausto Tinti ha premiato Mauro Sassatelli come rappresentante del team Onda Solare che ha costruito Emilia 4, l’auto a energia solare progettata dall’Università di Bologna che a luglio ha vinto l’American Solar Challenge negli Stati Uniti, una vittoria che giunge dopo una serie di risultati positivi raggiunti a livello internazionale negli anni scorsi con le versioni precedenti del veicolo. Infatti l’idea originaria di questo veicolo, poi adottata e sviluppata dal gruppo di lavoro del professor Claudio Rossi (docente di Macchine Elettriche all’Alma Mater) è nata nel 2003 proprio a Castel San Pietro Terme, nella piccola officina di Mauro Sassatelli in via Flavio Gioia.
Il sindaco ha affermato che con questa scelta, oltre a premiare un castellano che insieme alla sua squadra sta portando il nome della città nel mondo, si vuole sottolineare l’attenzione che la città di Castel San Pietro Terme dedica ai temi della sostenibilità ambientale e delle energie rinnovabili (come la Carrera che si muove con la spinta delle gambe, Emilia utilizza energia pulita proveniente dal sole). Fra gli applausi del pubblico, il sindaco Tinti ha quindi donato all’emozionato – e assolutamente ignaro – neo “Castellano dell’anno” la formella in terracotta, realizzata dall’artista Gianni Buonfiglioli, raffigurante San Pietro che in una mano regge il Cassero, nell’altra le chiavi della città, e ai lati la carrera, la braciola e la fontana, simbolo delle acque termali.