Storia locale e musica alla Cava Marana di Brisighella

493

L’Ente di Gestione per i Parchi e la Biodiversita’ della Romagna ha stipulato una convenzione con l’Associazione Culturale “La Memoria Storica di Brisighella. I Naldi – Gli Spada” al fine di valorizzare le strutture del Parco attraverso l’organizzazione di eventi culturali incentrati sulla storia, le tradizioni e i costumi del territorio, integrati e allietati da esecuzioni musicali.
Il progetto che è stato realizzato quest’anno con la direzione artistica del maestro Raffaello Bellavista e si snoderà in quattro eventi in cui si alternerà la presentazione di volumi editi dall’Associazione, dedicati a personaggi brisighellesi di fama, con intrattenimenti musicali e con l’esposizione di opere d’arte di artisti locali. I simposi si terranno nel “palcoscenico naturale” unico della galleria dell’ex-cava Marana con il seguente programma:
Sabato 18 agosto, ore 21: “Perché Napoleone non scordò mai Brisighella”. Pietro Caruso intervista Enzio Strada per ricordare il libro dedicato all’attentato del Pianori a Napoleone III. Saranno eseguiti brani di Schubert, Liszt, Verdi, Piaf, Trenet, Trovaioli da Stefania Caffani (voce), Raffaello Bellavista (piano a coda), Michele Soglia (marimba).
Sabato 25 agosto, ore 21: “Arcadia dei tre colli – Poesia della natura nell’arte”; Velda Raccagna presenterà il libro dedicato al pittore brisighellese Giuseppe Ugonia; seguirà la lettura di alcune liriche del libro “Fragmenta animae meae” del neorochirugo Gilberto Vergoni. Si esibirà il duo Bellavista (pianoforte a coda) – Soglia (marimba) eseguendo musiche di Bach, Piazzolla, Ewazen, Sejourné.
Domenica 2 settembre, ore 21: “Il Medioevo a Brisighella fra storia e celebrazioni”. Andrea Vitali presenterà il libro scritto con Vincenzo Galassini sulle feste medievali a Brisighella; saranno eseguiti brani di Monteverdi, Handel, Vivaldi: al canto Mariami Fkemaladze, al clavicembalo Maria Luisa Baldassarri.
Venerdì 7 settembre, ore 21: “Una voce poco fa…”; il prof. Franchino Falsetti, musicologo e critico d’arte bolognese, ricorderà il soprano brisighellese Maria Pedrini e commemorerà Gioacchino Rossini nel 150° dalla morte. Arie di Mozart e Rossini saranno interpretate da Giulia Ricci, pianoforte, e Raffaello Bellavista, canto.
Le quattro serate di musica, racconti, poesia, arte e natura saranno a ingresso libero.