Polieri, la farfalla plana sui 200. «Un oro dedicato ai miei nonni»

480
Foto Isolapress

Era la sua gara. Lo si sapeva dalla vigilia. E si era capito già dal mattino, da quell’occhiolino al termine della batteria, che Alessia Polieri avrebbe fatto suoi i 200 delfino. Non è stata una passeggiata. Solo nell’ultima vasca, dopo una bellissima rimonta, la farfalla imolese ha avuto la meglio dell’ex compagna di scuderia Ilaria Bianchi: 2’08″15 Alessia, 2’08″33 Ilaria. Per la prima il decimo titolo italiano in carriera. Per entrambe, il pass per gli Europei di Glasgow. «Ho fatto la mia gara, è il mio secondo miglior tempo – le parole di una sorridente Polieri ai microfoni di Raisport -. Stamattina avevo mattinato bene, ma senza esagerare. Sapevo che avevo del margine. È arrivato il primo posto, è arrivata la qualificazione agli Europei. Un grazie enorme all’Imolanuoto, alle Fiamme Gialle per il supporto giornaliero. E ai miei genitori che mi sopportano ogni giorno». Poi la dedica speciale: «Ai miei nonni, che sono sempre nei miei pensieri».
Distrutta dalla fatica, ma comunque soddisfatta, Ilaria Bianchi. «Non riesco più a muovere le braccia. Ho fatto il mio personale sulla distanza, ma negli ultimi metri ero disfatta». Perle di Ilaria…
Carlotta Zofkova è quarta (1’00″86) nei 100 dorso dominati dalla “divina” Federica Pellegrini in 1’00″03.