Un successo per tutti!

Si chiama TuttixTutti il concorso promosso dalla Cei che mette in palio 15mila euro al miglior progetto di utilità sociale. Le parrocchie possono iscriversi fino al 31 maggio.

249

“Anche quest’anno sarà un successo per tutti”. È lo slogan che promuove il concorso per le parrocchie TuttixTutti, promosso dalla Cei a livello nazionale, che ha preso il via il 1° febbraio e terminerà il 31 maggio 2018. Le parrocchie sono chiamate a ideare un progetto di utilità sociale e organizzare un incontro formativo che promuova il sostegno alla Chiesa cattolica. In palio ci sono 10 contributi economici che vanno da un minimo di 1.000 euro fino ad un massimo di 15.000, da utilizzare per la realizzazione del progetto presentato. Ogni partecipante potrà inoltre ricevere fino a 1.500 euro per l’incontro formativo, se organizzato secondo il regolamento (reperibile sul sito www.sovvenire.it). Il concorso, giunto quest’anno all’ottava edizione, nasce con il duplice intento di sensibilizzare le comunità parrocchiali sul tema del sostegno alla Chiesa cattolica e, al contempo, sostenere concretamente le finalità sociali dei migliori progetti presentati. All’edizione 2017 hanno partecipato ben 453 parrocchie, un numero in forte crescita rispetto agli anni precedenti; è stata particolarmente impegnativa, dunque, la valutazione e la selezione dei progetti da parte della giuria, composta dai membri del servizio per la promozione del sostegno economico alla Chiesa. Si andava dalla musica agli orti urbani, dalla formazione professionale all’accoglienza dei senzatetto. Alla fine però ad aggiudicarsi il primo premio è stata la parrocchia San Lazzaro di Lecce con “La Fattoria dell’interazione”, un progetto per la riabilitazione e il reinserimento sociale di soggetti in condizioni di grave emarginazione. La proposta prevedeva l’avviamento di un piccolo allevamento di animali da cortile, la realizzazione di un vivaio di piante aromatiche, attività di orticoltura e apicoltura. Una vera e propria fattoria multifunzionale che oggi rappresenta un’opportunità di riscatto per persone svantaggiate. Visto l’alto numero di adesioni nella passata edizione, quest’anno la durata del concorso è passata da 3 a 4 mesi; le parrocchie avranno così un mese in più a disposizione per preparare ed inviare le proprie candidature ed organizzare gli incontri formativi. Ciò che invece è rimasto invariato negli anni è lo scopo del concorso: coniugare formazione e solidarietà finanziando progetti sociali ad ampio raggio.
Ulteriori info visitando il sito: www.tuttixtutti.it

Lorenzo Raccagna