Navi da crociera, Toronto, Imola. Sempre nel segno della musica.

309

Rientrata da un periodo in Canada, dove si è fermata qualche mese «con i piedi per terra» con il suo ragazzo, Ryan, originario di Toronto, dopo aver cantato sulle navi da crociera della compagnia americana Royal Caribbean International in giro per il mondo per tre anni, Giada Marango (foto) – cantante e performer di cui vi abbiamo raccontato lo scorso anno nella rubrica Imolians – è in questo momento a Imola. Pronta per una nuova avventura…. «Sì, sono a Imola, ho lasciato Toronto e Ryan è in Italia con me, pensiamo di restare al momento, augurandoci che il mio Paese ci offra delle prospettive soddisfacenti e delle opportunità. Da quando sono rientrata la sera io mi sono tenuta occupata come piadinara, aiutando la mia mamma al chiosco Le Tre Marie, vicino all’Itis. Ryan è uno sportivo, pallavolista ed esperto di fitness, insegna qualche ora in una struttura a San Lazzaro e sta cercando qualche altro incarico da aggiungere a questo. Io mi preparo ad un nuovo impegno, di nuovo un musical! L’esperienza del 2011 con Sister Act, in cui interpretavo il ruolo di suor Maria Patrizia e di Ensemble, è stata bellissima e mi auguro che altrettanto lo sarà la prossima: ho partecipato al casting dello spettacolo Il magico Zecchino d’Oro che la Fondazione Aida, in collaborazione con l’Antoniano di Bologna e il Centro servizi culturali Santa Chiara sta per allestire in occasione del 60° anniversario dalla nascita dello Zecchino d’oro. Sono stata invitata a partecipare ai provini di recitazione e canto a Trento e a Verona ed è andato tutto benissimo». Un musical con trama originale – leggiamo nel sito dell’Antoniano – che si avvarrà per la colonna sonora di alcune delle più celebri canzoni dello Zecchino d’Oro. «Il musical – spiega il regista Raffaele Latagliata – è un viaggio in un mondo onirico fatto di sogni e fantasia. Le canzoni dello Zecchino d’Oro hanno da sempre la capacità, oltre a divertire, di trasmettere valori importanti e messaggi educativi ai bambini. Al contempo hanno la forza di catapultare in un istante noi adulti nei ricordi della nostra infanzia, facendoci tornare tutti un po’ bambini e creando un denominatore comune e trasversale alle varie generazioni». Tra pochi giorni «inizieranno le prove e sono felicissima, come lo è la mia vocal coach, Paola Matarrese – spiega Giada -. Il debutto è previsto per il 21 ottobre a Bolzano. Gireremo vari teatri d’Italia, per ora so che il 12 novembre saremo all’Antoniano di Bologna, ma la tournée ci porterà a Varese, a Novara, a Modena, al Brancaccio di Roma, fino al mese di aprile del 2018. Affiancherò sul palco cinque bravissimi performer, io sarò la terribile Strega Obscura, intenzionata ad impadronirsi dello zecchino d’oro dai magici poteri… Ci saranno i ballerini solisti del corpo di ballo dell’Arena di Verona». Il regista Raffaele Latagliata curerà anche la drammaturgia del musical insieme a Pino Costalunga, attore, regista e autore di teatro esperto di letteratura per l’infanzia. Le canzoni, scelte per popolarità e riconoscibilità, incalzeranno nella trama e daranno vita a uno spettacolo in grado di divertire i più piccoli e di riportare i più grandi a rivivere, con un pizzico di nostalgia, le canzoni dello Zecchino che hanno costellato alcuni momenti della loro infanzia. Un viaggio nei ricordi di uno spaccato indimenticabile della storia del nostro Paese e si potranno incontrare Katalicammelo, il carciofo bulletto, la mitica Peppina con il suo caffè, l’Orangotango bianco e tanti altri personaggi.

Maria Adelaide Martegani