Giro d’Italia under 23 tra bici, sport e turismo

421
imola giro pesche nettarine trevigiani partenza

Per lui il ciclismo è passione allo stato puro. Per questo, ogni giorno, smessi i panni di direttore generale dell’Elettrotecnica Imolese, Marco Selleri regala due, tre ore del suo tempo all’organizzazione di corse in bici. Un impegno che, numeri alla mano, gli riesce piuttosto bene… Per questo, dopo la lunga esperienza a capo del Nettarine e dopo il (lungo) pressing del ct della nazionale Davide Cassani, ha accettato la sfida del Giro d’Italia under 23. Un Giro che, a cinque anni dall’ultima edizione, torna ad affacciarsi sul panorama del ciclismo giovanile mondiale.

Selleri, il Giro è ai nastri di partenza. Venerdì 9, da Imola, il via ufficiale. Come procede l’organizzazione?
«Iniziamo a vedere i frutti di tutto il lavoro fatto in questi mesi. Mura e fondamenta sono state costruite. Entro venerdì saranno tinteggiate. Speriamo di avere scelto i colori giusti… Ho la fortuna di avere accanto persone come Gilberto Cani, Giuliano Collina, Roberta Malmusi, Angelo Domenichini e Alberto Montanari. Mi stanno dando una grandissima mano. È un lavoro a tutti gli effetti, che inizia dopo quello quotidiano. Nelle ultime settimane, poi, si sono aggiunti anche i week end. Tra sopralluoghi delle tappe, presentazioni e riunioni non c’è più un momento libero».

Perché proprio Imola?
«Imola è conosciuta in tutto il mondo. La Formula 1, la musica, le due ruote, bici o moto che siano, sono famose ovunque. Per questo ci è sembrato doveroso scegliere un luogo così importante per la storia dello sport e del ciclismo da cui far ripartire il Giro d’Italia under 23, cinque anni dopo l’ultima edizione».

Marco Selleri, a sinistra, col ct della nazionale di ciclismo Davide Cassani

La nostra città ospiterà anche la presentazione ufficiale delle squadre, giovedì 8 in piazza Matteotti. In quell’occasione sarà consegnato il Grifo città di Imola a Eddie Merckx, gran cerimoniere della manifestazione.
«Sarà una giornata emozionante. Si parte alle 14, in Comune, con la verifica delle licenze e la punzonatura. La piazza sarà colorata da oltre 500 tra ciclisti, tecnici e addetti ai lavori. Poi, alle 17, la riunione tecnica con la giuria e i direttori di corsa. Alle 18.30 il momento clou: nella sala consiliare il grande Eddie Merckx riceverà il Grifo città di Imola direttamente dalle mani del sindaco Daniele Manca. La sera, dalle 21 in piazza Gramsci, ci sarà uno spettacolo comico di Dondarini e Dalfiume. Occasione ideale per presentare, una per una, le 29 squadre partecipanti. Speriamo sia un bel momento per la città».

L’intervista completa a Marco Selleri, il dettaglio delle tappe e il commento del ct della nazionale di ciclismo Davide Cassani ne Il nuovo diario messaggero in edicola da giovedì 8 giugno.