Addio a mister Mercatone Uno, rese grande Pantani

521
Imola -cenni e pantani

È morto questa mattina, a 84 anni, nella sua casa di Toscanella di Dozza, dopo una lunga malattia, Romano Cenni. Fondatore del Mercatone Uno (all’epoca Germanvox dal nome del marchio di televisori che lui stesso produceva), Cenni ha legato il suo nome al mondo dello sport e soprattutto al ciclismo, del quale era innamorato. Insieme a Luciano Pezzi, infatti, costruì la squadra che, grazie a Marco Pantani (e con Giuseppe Martinelli in ammiraglia), scrisse una delle pagine più belle dello sport italiano, con la conquista, nell’indicabile 1998, della doppietta Giro d’Italia – Tour de France.
Poi la crisi che, negli ultimi anni, ha colpito il suo impero economico, con il Mercatone finito in amministrazione speciale straordinaria e l’inchiesta giudiziaria per bancarotta tuttora in corso.
«Voglio esprimere ai familiari, a nome mio personale e dell’amministrazione comunale di Dozza, profondo cordoglio – le parole del sindaco di Dozza, Luca Albertazzi -. Romano Cenni ha rappresentato per la nostra comunità una figura molto importante non solo per l’impegno e la laboriosità con cui ha svolto per tanti anni la sua attività imprenditoriale ma anche per aver legato il nome di Dozza al mondo del ciclismo ai più alti livelli. Per tutto questo lascerà un segno indelebile nella storia del nostro paese».
Cenni lascia la moglie e tre figli. I funerali sono in programma il 14 marzo, alle 15.30, nella chiesa parrocchiale di Dozza.