Fut5al Imola, sarà una promozione… spaziale!

Il cielo è azzurro sopra Mordano. La Fut5al trionfa 3-0 nella finale playoff di serie C1 e mette un piede (e mezzo) nel campionato nazionale di serie B. Manca giusto un ultimo gradino per festeggiare definitivamente la promozione nella categoria superiore. Gli azzurri di Ferri, infatti, dovranno affrontare i fanesi dell’Eta Beta (in gara di andata e ritorno, notizia dell’ultima ora dalla Federazione) per completare il trionfo. Ma già la finale playoff di martedì sera contro i cugini dell’Imolese 1919 è stata una festa. Di sport e di pubblico. A Mordano c’era il tutto esaurito, tribune colme di tifosi ed appassionati e la gradita presenza di mister Vanni Pedrini e di alcuni giocatori della Ma Group, accorsi tifare per il loro ex capitano, Francesco “Checco” Trerè.

ISOM3737

La partita. L’inizio è a chiare tinte celesti. Prima Ricciardelli poi Frau sono pericolosi davanti alla porta di Rensi. L’Imolese fatica a superare la metà campo, ma la diga in difesa tiene bene. Dopo 10 minuti di monologo Fut5al, si vedono i rossoblù. Zanoni ruba palla a Frau, si lancia verso la porta avversaria, ma Aprili, in uscita, sventa il pericolo. È sempre Zanoni, pochi minuti dopo, a ricevere palla all’altezza del tiro libero e ad impegnare Aprili. Cresce l’Imolese, la Fut5al sembra in debito d’ossigeno dopo tre partite in sette giorni. È il suo portiere a vestire i panni di Superman e a sventare tutte le occasioni avversarie. Insistono i rossoblù: Zaniboni spara dal limite, parato. Risponde Menghetti, Rensi c’è. Bandini rasoterra, il numero 22 celeste è desto e non si fa ingannare. Azione personale di Maccaferri, il suo diagonale sfiora il palo. È l’ultima occasione di un primo tempo ricco di occasioni, ma avido di reti.

ISOM3695

Serve un calcio d’angolo per sbloccarla. Trerè trova l’assist perfetto per il capitano Longari che deposita di potenza in rete. Fut5al avanti 1-0. Sale in cattedra la coppia arbitrale. I fischietti non ne azzeccano una, per prenderci, né da una parte né dall’altra. Falli inventati, rimesse sbagliate. Ogni chiamata corretta (davvero poche in verità) è accolta con un applauso scrosciante dagli spalti. Fortuna per loro che il gioco non ne risenta troppo…
L’Imolese si riversa in massa nella metà campo avversaria alla disperata ricerca del pareggio, ma la difesa della Fut5al non soffre più di tanto e ne approfitta per partire in contropiede. Sull’unico errore celeste, i rossoblù confezionano l’occasione più ghiotta, ma Zaniboni, a tu per tu con Aprili, calcia a lato. Ferri chiama time out, vuole far rifiatare i suoi. Saranno 7 minuti di sofferenza. Carobbi gioca la carta del portiere di movimento. Aprili è ancora una volta decisivo, adesso la Fut5al soffre eccome. A un minuto dalla fine, l’azione decisiva: il portiere dell’Imolese sbaglia il rinvio, Menghetti si infila e firma il 2-0. Finita? Non ancora, tempo trenta secondi e il pasticcio si ripete, questa volta su rimessa. Carambola a centro campo, sempre Menghetti ne approfitta e chiude definitivamente i conti. Esplode la festa. Non sarà serie B, per quella bisogna aspettare l’Eta Beta, ma è comunque una grande gioia!

ASD FUT5AL IMOLA 3
IMOLESE 1919 0
Fut5al: Impagnatiello, Trerè, Frau, Menghetti, Longari, Liverani, Ricciardelli, Lippolis, Palladino, Nappi, Neri, Aprili. All.: Ferri.
Imolese: Paciaroni, Angelotti, Spadoni, Salvini, Zaniboni, Zanoni, Maccaferri, Rensi, Malafronte, Ferrara, Bandini, Paolini. All.: Carobbi.
Reti: Longari, Menghetti (2).