Imola in musica premia Mirco Mariani e il suo “Extraliscio”

376

E’ Mirco Mariani, in particolare per il Cd “Extraliscio” uscito a metà 2015, il vincitore del premio “Imola In Musica 2015”. Il premio viene assegnato “Ad un gruppo o artista che si è distinto nell’anno 2016  per aver coniugato con particolare originalità e competenza le radici e le tradizioni popolari emiliano-romagnole con i linguaggi della musica moderna”. Mirco Mariani, polistrumentista, compositore, cantante, ricercatore, arrangiatore, nel corso della sua carriera ha saputo mantenere nei progetti che ha portato avanti, un forte legame ambientale e musicale con la sua terra d’origine, la Romagna. Dalla prima formazione dei Mazapegul (il nome del celebre e dispettoso folletto romagnolo) fino all’ultimo lavoro “Extraliscio”, passando per “Saluti da Saturno” e “Shaloma Locomotiva Orchestra”, Mariani ha dato vita ad una proposta musicale originale, capace di miscelare con intelligenza ed ironia la canzone d’autore e d’avanguardia con la musica tradizionale romagnola. La definizione “dalla balera al free jazz” utilizzata per la “Shaloma Locomotiva Orchestra”, oppure il “punk da balera” riferito al progetto “Extraliscio”, rendono bene l’idea dell’immaginario sonoro che sta dietro ai lavori di Mariani in una terra come la Romagna. Ideato nel 2006, il premio ”Imola in Musica” è legato alla manifestazione musicale che si svolge ogni anno all’inizio di giugno ed  è finalizzato a valorizzare la contaminazione tra le tradizioni popolari emiliano-romagnole e le forme contemporanee di musica. Una giuria composta da esperti del settore e dall’organizzazione seleziona gli artisti e assegna il premio che consiste in una targa e nella possibilità di esibirsi in concerto nell’ambito di “Imola in Musica”. E Mirco Mariani si esibirà a “Imola in Musica 2016” domenica 5 giugno alle 21 in piazza Medaglie d’Oro, in una serata organizzata in collaborazione col Mei (Meeting degli Indipendenti di Faenza) e dedicata alla reinterpretazione originale ed intergenerazionale del liscio storico romagnolo. Della giuria hanno fatto parte Fabio Ravaglia (promotore e organizzatore di concerti), Giordano Sangiorgi (responsabile Mei), Valerio Corzani (giornalista e musicista), Marco Bartolini (direttore Scuola di Musica Popolare di Forlimpopoli), Dina Staro (etnomusicologa) e la direzione artistica di Imola in Musica.