Home Sant' Eusebio

Virtus, tredicesima meraviglia

252

È un sabato di festa in casa Virtus. L’ennesimo sabato di festa di questa stagione finora meravigliosa. Imola raggiunge quota 13 vittorie in fila, supera anche il difficilissimo ostacolo Reggio Emilia e si candida, da favorita a questo punto, al primo posto alla fine della regular season. Unico, piccolissimo rimpianto, non aver ribaltato la differenza canestri con gli emiliani. Ma ai ragazzi di coach Alfieri, onestamente, non si poteva davvero chiedere di più.

È una partita dai due volti quella di sabato: nei primi due quarti la Virtus domina, con Corcelli che si diverte a servire assist a ripetizione. Dal canto loro, Grillini e Chiappelli, per non parlare di Porcellini, trovano il canestro sostanzialmente da qualunque posizione. Imola arriva a toccare il +14 di vantaggio. Reggio non riesce a trovare le contromisure. Poi, dopo l’intervallo lungo, la musica cambia. Pugi e compagni diventano decisamente più aggressivi e il match torna in bilico: a 2’10” dalla terza sirena, gli emiliani sono a -5. Imola limita i danni, trova un paio di canestri importanti con Porcellini ma, con Chiappelli costretto in panchina a lungo per i troppi falli accumulati (quattro), sotto canestro soffre parecchio. Tanto che, quando mancano 6’19” alla fine, e nonostante la tripla di Corcelli, il tabellone recita: 58-56 Virtus. Non è affatto finita, anzi.
Bertolini firma il sorpasso Reggio Emilia a 5’20”. Morara riporta avanti i suoi con un’azione da tre punti. Malagutti impatta, Chiappelli rientra, segna e spedisce in panchina Bertolini per somma di falli. Tre minuti di sofferenza. Farioli fa uno su due dai liberi, Porcelli trova una magia: + 3 Imola, ma dura poco. Astolfi pareggia: 54” alla fine. Farioli firma il nuovo sorpasso di Reggio Emilia, ma Porcellini è stratosferico nel realizzare la tripla del controsorpasso. E che dire di Chiappelli, che ruba palla a Malagutti, la passa al Porc, che si prende un fallo fondamentale (17”4) e va in lunetta: va il primo, il secondo si ferma sul ferro, però arriva un magnifico Chiappelli che cattura il rimbalzo e serve Corcelli. Ancora fallo e ancora liberi: solo 10”4 alla fine. Nunzio è di ghiaccio e non sbaglia. Imola è a +4. Reggio Emilia cicca clamorosamente l’azione successiva e la Virtus può festeggiare la 13esima vittoria consecutiva e l’ennesima ipoteca sul primo posto.

NPC VIRTUS SPES VIS                     71
BASKET 2000 REGGIO EMILIA     67
Imola: Sassi n.e., Poluzzi 8, Minghè n.e., Grillini 6, Morara 6, Di Placido n.e., Corcelli 16, Guglielmo 5, Francesconi n.e., Chiappelli 11, Porcellini 13, Filippini 6. All.: Alfieri.
Reggio Emilia: Malagutti 10, Manini, Ferrari n.e., Bertolini 12, Bartoccetti 6, Astolfi Gia. N.e., Astolfi Giu. 5, Farioli 15, Levinskis, Pugi 19, Rika. All.: Spaggiari.
Parziali: 22-14, 36-24, 53-47.
Arbitri: Foschini e Ancarani.

X