Area Blu, crescono i parcheggi e le tariffe

348

Il sistema imolese della sosta è «ormai saturo», come scrive l’amministrazione comunale. Urge quindi un ampliamento (nuovi parcheggi) e dei correttivi per spostare i flussi nelle aree meno frequentate (modifica e aumento delle tariffe). Mentre con le associazioni, sopratutto sulle tariffe, il confronto è ancora in corso, la proposta di nuovi stalli è già un punto fermo. Duecento destinati alla sosta gratuita verranno nella zona sud attraverso il ripristino dell’agibilità del parcheggio libero di via Tiro a Segno. Altri 50/70 saranno poi ricavati con un nuovo parcheggio a pagamento, unitamente ad un parcheggio gratuito per biciclette e motociclette, nell’area dell’ex scalo merci della stazione ferroviaria, acquisito da poco tempo a patrimonio comunale. Questo dovrebbe liberare piazzale Marabini dall’attuale sosta selvaggia delle due ruote. Infine, è previsto l’ampliamento degli attuali 158 stalli del parcheggio gratuito in sede propria di via Aspromonte a fianco dello Zoo Acquario, con la costruzione di un ulteriore piano che coprirà circa i due terzi dell’attuale superficie e ne aumenterà la capienza di 120/140 posti. Tutti rimarranno ad accesso gratuito. A finanziare l’intervento (costo stimato tra i 600mila e gli 800mila euro) sarà Area Blu. La modifica delle tariffe, con la prevedibile previsione di aumenti, verrà utilizzata «come leva per incrementare la rotazione della sosta in centro storico e per indirizzare alcune tipologie di utenze verso zone di parcheggio oggi sotto utilizzate allo scopo di ridare dinamicità al sistema». Al momento l’aumento delle tariffe è ancora oggetto di confronto e valutazione fra Comune, Area Blu e le associazioni di categoria. La proposta è quella di «attestarsi sulle tariffe attualmente in vigore nelle città limitrofe», ma non meglio precisate. Al momento si è convenuto sull’opportunità di lasciare invariato il costo dell’abbonamento annuale: quello generico a 180 euro e quello per i residenti a 66 euro.