Via alla vaccinazione contro l’influenza

304
20080207 - ROMA - INFLUENZA: E' PICCO EPIDEMIA, 1,5 MLN A LETTO FINO OGGI . ESPERTI, STAGIONE PRECOCE MA MEDIA INTENSITA',BIMBI PIU' COLPITI. Un'immagine d'archivio del 17 ottobre 2006 mostra una bambina a letto con l'influenza. Raggiunto il picco dell'epidemia influenzale per la stagione 2007-8,l'incidenza dei casi infatti, affermano gli esperti, nelle ultime due settimane si e' stabilizzata, confermando che siamo al 'punto piu' alto' nella diffusione del virus. Oltre un milione e mezzo gli italiani che, sino ad oggi, sono finiti a letto con febbrone e dolori ANSA ARCHIVIO/FRANCO SILVI/ji

Lunedì 9 novembre avrà inizio la campagna vaccinale antinfluenzale.
Come ricordano dall’Azienda sanitaria di Imola, l’influenza nella nostra regione arriva normalmente tra gennaio e febbraio e quindi vaccinarsi nelle prossime settimane consente all’organismo di sviluppare un’adeguata risposta di anticorpi e di essere protetti al momento dell’arrivo dell’epidemia.
“Una sola dose di vaccino ci proteggerà adeguatamente per l’intera stagione influenzale, mentre solo per i bambini a rischio di età inferiore ai 9 anni e mai vaccinati saranno necessarie due dosi. Per prevenire la diffusione dell’influenza è inoltre utile adottare alcune semplici abitudini: lavarsi spesso le mani; coprirsi naso e bocca ogni volta che si starnutisce o tossisce e poi lavarsi le mani; soffiarsi il naso con un fazzoletto di carta monouso, gettarlo e poi lavarsi le mani”.
Anche quest’anno l’Ausl invita i cittadini per cui è raccomandata, ad accogliere l’invito ad effettuare la vaccinazione gratuita. La vaccinazione è particolarmente indicata per gli anziani ultra 65enni, ma anche per gli adulti e bambini con più di sei mesi di età, se affetti da malattie croniche.
Il Servizio Sanitario Regionale garantisce la vaccinazione gratuita a: adulti e bambini  (a partire dai  6 mesi di vita) con malattie croniche (polmonari, cardiache, renali, del fegato, tumori, diabete, condizioni immunodepressive, ecc…), persone anziane a partire dai 65 anni, donne nel secondo e terzo trimestre di gravidanza, operatori sanitari e personale di assistenza, famigliari di soggetti ad alto rischio, addetti ai servizi essenziali (per esempio, forze dell’ordine, personale di servizi pubblici essenziali, volontari dei servizi sanitari di emergenza ecc.), donatori di sangue, personale degli allevamenti animali e dei macelli.
Le vaccinazioni vengono effettuate dal medico di medicina generale. È anche possibile recarsi fino al 30 novembre presso gli ambulatori di Igiene pubblica presenti sul territorio del circondario imolese.