“Promessi sposi” nella Bassa Romagna

447

Nasce in Bassa Romagna una rete di imprese in grado di fornire un’offerta completa e di alta qualità alle coppie decise a convolare a nozze.

Sono tutti professionisti del settore che hanno deciso di unire le proprie forze, competenze e professionalità per essere più competitivi sul piano dell’offerta del servizio e per rendere unico e indimenticabile un momento così importante nella vita di molte persone.

L’iniziativa è stata presentata questa mattina presso la CNA di Lugo, nel corso di una conferenza stampa.

 

“Questa collaborazione fra imprese nel settore dei matrimoni è un caso unico in questo territorio – ha sottolineato Roberto Massari, responsabile della CNA della Bassa Romagna – considerando anche il numero significativo di professionisti del settore che hanno deciso di confrontarsi e mettere in comune le proprie esperienze, esperienze diverse in quanto diversi sono gli ambiti nei quali le imprese operano. Ed è proprio la diversità delle loro competenze che, operando in sinergia, dà valore e potenzialità di crescita a questo progetto”.

Le imprese coinvolte operano in ambiti complementari: ristorazione, cura della persona, pasticceria, oreficeria, fotografia, spettacolo e arredo dei luoghi, fioristi, agenzie viaggi, ecc., vale a dire tutto quello che serve per organizzare un matrimonio e alle quali ci si può rivolgere per un servizio o un preventivo.

“La CNA della Bassa Romagna – ha commentato Mario Betti, presidente dell’Associazione – ha sostenuto fin dall’inizio questa aggregazione, che è nata spontaneamente circa un anno fa, cercando di promuovere questa esperienza nella prospettiva di un suo consolidamento e per costruire opportunità per le imprese che ne fanno parte.

Un’idea che vogliamo mettere in campo e che può coniugare opportunità di lavoro e promozione del territorio è quella di mappare, presentare e promuovere i luoghi dove le coppie possono sposarsi. Stiamo pensando alle chiese, ai castelli, alle ville storiche, al paesaggio stesso, a tutte quelle eccellenze storiche, artistiche e culturali insomma che, se opportunamente promosse, sono una risorsa straordinaria”.

“Per questo – ha proseguito Betti – abbiamo coinvolto anche gli Amministratori locali con l’obiettivo di condividere con loro questa idea di promozione territoriale. Il “settore dei matrimoni” è una nicchia di mercato che, nonostante tutte le difficoltà del periodo, continua a produrre economia. Ci sono ricerche, ad esempio, che affermano che per gli stranieri che intendono sposarsi all’estero, l’Italia è ancora considerata una delle mete più ambite. Del resto ci sono regioni nel nostro Paese, come ad esempio la Toscana, che hanno fortemente investito in queste esperienze e intercettano il 47% del mercato estero dei matrimoni”.

Le imprese presenti alla conferenza stampa hanno poi presentato le iniziative che si svolgeranno nei prossimi mesi a sostegno e rafforzamento della rete.

“L’esperienza di questo gruppo d’imprese – hanno detto – continuerà con una serie di appuntamenti dopo le presentazioni fatte nei mesi scorsi. Il prossimo sarà domenica 30 agosto 2015 presso l’”Agriturismo Massari” di Conselice con inizio alle ore 16, l’ingresso è gratuito e lo spettacolo sarà di grande qualità e suggestione: visita agli espositori, sfilata di abiti da sposa e cerimonia, gioielli, taglio della torta, buffet e fuochi d’artificio. Un ulteriore evento è previsto per domenica 25 ottobre 2015, presso l’azienda “Loris” di Franzoni Roberto a Lugo”.

“L’Unione della Bassa Romagna – ha evidenziato Nicola Pasi, sindaco di Fusignano con delega alle Attività Produttive e Turismo della Bassa Romagna –  incoraggia le reti dei commercianti e degli artigiani. Alla base di questi progetti ci sono tre importanti concetti, che in questo contesto sono espressi al meglio. Il primo consiste nel metodo: tante piccole imprese si mettono in rete per crescere e diventare grandi, con un obiettivo chiaro e condiviso. In seconda battuta abbiamo la sostanza: attività commerciali e artigianali che sanno dare una risposta a un bisogno preciso, in questo caso in un settore importante, seppur di nicchia, come quello dei matrimoni. Infine la prospettiva: fare rete oggi affinché in futuro si riesca ad attirare realtà esterne e portare risorse sul nostro territorio”.

“Sono felice che questa rete sia nata proprio a Conselice e che l’evento si svolga in una location in mezzo al verde delle nostre campagne – ha affermato il sindaco Paola Pula -. Il nostro è un comune di confine, di cerniera, e questo ci permette di instaurare numerose relazioni. Le reti di impresa sviluppano fiducia, permettono innovazione e specializzazione, e di segmentare meglio i settori valorizzandoli, consentendo al contempo agli imprenditori di solidarizzare tra loro. La Bassa Romagna è un territorio dove c’è ancora molto da scoprire, non solo per i turisti che vengono dall’esterno, ma anche per chi ci vive. Ci sono tante piccole realtà che meritano di essere conosciute e che possono emergere proprio grazie alla capacità di fare rete”.

“Oggi i commercianti sanno bene che è necessario guardare oltre la propria realtà lavorativa per fare business – ha concluso l’assessore alle Attività Produttive, Turismo e Commercio del Comune di Lugo, Simonetta Zalambani -. Rispetto al passato è maturata la consapevolezza che ‘fare insieme’ può significare anche ‘fare meglio’: unire i potenziali di ciascuno per ambire a progetti di visibilità e crescita più ampi. L’anteprima del progetto “Promessi Sposi” a una serata dei Mercoledì sotto le stelle a Lugo è stato motivo di arricchimento reciproco: da un lato ha arricchito il programma della serata, dall’altro la città ha potuto dare una grande visibilità all’evento. Come Amministrazione comunale abbiamo il compito di appoggiare queste iniziative e possiamo farlo valorizzando i luoghi più significativi del nostro patrimonio: teatri, rocche, chiese, musei, non solo come singole realtà, ma come parte di un percorso che riesca a far vivere esperienze importanti”.