San Cassiano, una festa “per ritrovare le radici”

711

“Le feste patronali uniscono sempre un senso religioso e uno civile” ha detto il vescovo monsignor Tommaso Ghirelli alla presentazioni del ricco programma per le celebrazioni del patrono della Diocesi di Imola, sottolineando un elemento che caratterizza anche la festa di San Cassiano. Sulla stessa linea le considerazioni del vicario generale don Andrea Querzè che nella festa del patrono vede anche “un’occasione per ritrovare le nostre radici”.

Il programma religioso vedrà la presenza del vescovo di Verona, monsignor Giuseppe Zenti. “Già da alcuni anni per la solennità del patrono vengono invitati vescovi di realtà legate al culto di San Cassiano o di una Chiesa della Regione per indicare la comunione fra Chiese” ha ricordato monsignor Giovanni Signani, presidente onorario del Comitato per le celebrazioni di San Cassiano. L’invito di quest’anno é un omaggio a monsignor Gobbi, che fu nostro vescovo per sei anni, nel centenario della nascita avvenuta il 3 marzo 1915 nel comune veronese di Bovolone.

Per quanto riguarda le iniziative ricreative il programma è più intenso rispetto agli anni precedenti. Si sviluppano su cinque giornate, dal 9 al 13 agosto, e vede in lista nuovi appuntamenti: una serata sarà dedicata alle danze dell’Ottocento con il gruppo 8cento che proporrà danze e coreografie storiche; due invece le novità per i bambini che si potranno divertire con i burattini e cimentarsi in una gimkana. Non mancheranno appuntamenti ormai consolidati come la pedalata ideata da Nino Ceroni ormai da un decennio, il Gioco dei santi e dei santini nato dalla fantasia di Saverio Orselli e il concerto della Perosi che quest’anno si esibirà con il mezzosoprano Claudia Pini.

 

IL PROGRAMMA

 

Domenica 9 agosto

Alle 21.15, nel chiostro di palazzo Monsignani: concerto della Filarmonica città di Imola.

Lunedì 10 agosto

Alle 21.15 nel chiostro di palazzo Monsignani: spettacolo del gruppo 8centro che presenta danze e coreografie storiche.

 Martedì 11 agosto

Alle 17 sul sagrato della cattedrale: ritrovo e apertura iscrizioni per la gimkana dei bambini che prende il via ufficialmente alle 18.

Alle 21 nel chiostro di palazzo Monsignani: spettacolo di burattini per scoprire la storia di San Cassiano e divertirsi.

 Mercoledì 12 agosto

Alle 17 sul sagrato della cattedrale: ritrovo per la decima pedalata di San Cassiano che prenderà il via alle 18.15 per raggiungere l’area degli scavi vicina al cippo di San Cassiano. Il rientro è previsto per le 19.30.

Alle 20.30 in cattedrale: celebrazione dei primi vespri .

Alle 21.15 nel chiostro di palazzo Monsignani: Grande gioco dei santi e dei santini per scoprire le chiese della diocesi di Imola attraverso un divertente viaggio tra i santini delle immagini venerate.

Giovedì 13 agosto – San Cassiano

In cattedrale

Messe  ore 7, 8, 9, 18 e 20.30.

Alle 10.30: solenne pontificale presieduto da monsignor Giuseppe Zenti, vescovo della Diocesi di Verona, e accompagnato dai canti della corale Lorenzo Perosi.

Alle 16.30: celebrazione dei secondi vespri.

 

Nel chiostro del palazzo vescovile

Alle 16: apertura della tradizionale mostra e dell’esposizione delle carrozze di gala del XVIII secolo.

 

Museo diocesano

Dalle 16 alle 19: apertura straordinaria.

 

Sagrato della cattedrale

Alle 17: corteo storico in costume con figuranti, sbandieratori e duellanti di cinque diversi gruppi (l’Alidosiano di Castel del Rio, quello del Palio del torrione di Bubano e del Palio dei borghi di Mordano, I difensori della Rocca di Imola e il Rione rosso di Faenza).

 

Chiostro di palazzo Monsignani

Alle 21.15: concerto della corale Perosi.