Gli scout presentano la Carta del coraggio

297

DOMENICA 7 GIUGNO, alle ore 21 presso la Parrocchia di San Giovanni Battista, il Clan Sole Luna del Gruppo scout Riolo Terme 1 presenta e consegna ufficialmente la Carta del Coraggio al Sindaco di Riolo, Alfonso Nicolardi, e al parroco, Don Marino Perdisa.
Dopo la Route Nazionale svoltasi a San Rossore nell’estate 2014, il Clan vuole raccontare quale impegno si sono presi i rover e le scolte per il Paese e per la Chiesa, per le famiglie e il territorio.

La Carta, redatta nell’ambito della terza Route nazionale dei Rover e delle Scolte dell’Agesci, che ha visto la presenza di oltre 30.000 giovani dai 16 ai 21 anni provenienti da quasi 1.500 gruppi delle 20 regioni italiane,  è la sintesi di una riflessione sulla possibilità/responsabilità di essere costruttori del proprio futuro e di quello del Paese, in cui si dichiarano gli impegni per l’Associazione, per il Paese e per la Chiesa in diversi ambiti: il territorio e l’ambiente, la cittadinanza, la legalità, la testimonianza, l’informazione, il lavoro, “l’essere credenti, l’essere scout”.

Essere curiosi e attenti, prendere posizione, scegliere cio che è giusto, rialzarsi e ripartire, testimoniare, riflettere, vivere, sono solo alcune delle parole utilizzate dai ragazzi per esprimere il desiderio di contribuire, da protagonisti, al cambiamento della società.

Durante la Route gli stessi ragazzi  si sono impegnati a consegnare la “Carta” a chi governa la vita civile e religiosa del proprio Paese e della propria città. Lo scorso 12 aprile una delegazione di scout ha quindi consegnato il documento nelle mani della Presidente della Camera, Laura Boldini e in questi mesi, nel rispetto dell’impegno preso, i ragazzi dei diversi gruppi scout stanno presentando la Carta ai Sindaci e ai Parroci delle proprie città.