Estorce denaro a un minorenne, a Conselice arrestato un bullo

424

I carabinieri di Conselice hanno arrestato un 20enne a seguito di una serie di reati commessi ai danni di un minorenne della zona. Per diverse settimane il bullo del paese con minacce e percosse ha costretto il minorenne a consegnare prima il proprio smartphone e poi una somma di denaro per riparare ad un presunto “sgarro”. Allertati dalla coraggiosa madre della vittima, i carabinieri hanno messo fine all’attività di estorsione. In un appuntamento fissato nel centro del paese sono riusciti a bloccare il 20enne subito dopo la riscossione del denaro. Il giovane già noto per una serie di vicende penali e atti di prepotenza è stato arrestato dopo avere anche tentato di sottrarsi all’intervento dei militari opponendo resistenza e cercando di fuggire. L’intera somma di denaro e il telefono cellulare sono stati recuperati e restituiti alla vittima mentre l’autore, trovato anche in possesso di sostanza stupefacente, è stato arrestato per rapina, estorsione, percosse, resistenza a pubblico ufficiale e detenzione di sostanze stupefacenti.