Delegazione di giovani di Medicina a Mathausen

280

L’assessore Jessy Simonini ha preso parte al viaggio a Mauthausen organizzato da ANED-Associazione Nazionale Ex Deportati e sostenuto dalle amministrazioni locali.

Erano presenti delegazioni di scuole e amministrazioni, oltre che ex deportati, da tutta l’Europa.

L’assessore medicinese ha accompagnato sette studenti dell’Istituto Giordano Bruno-Canedi seguiti dalla professoressa Zangoli.

Dopo la visita a Salisburgo e al castello di Hartheim, luogo di torture e di deportazioni, la delegazione si è recata al sottocampo di Gusen e al campo di Mauthausen, dove hanno partecipato alle commemorazioni del 70° anniversario della fine della Seconda Guerra Mondiale con tutte le delegazioni d’Europa.

Il viaggio è stato arricchito dalla presenza delle signore Corazza, sorelle di un deportato bolognese, che hanno raccontato la loro storia e dal contributo essenziale della professoressa Patrizia Dogliani,  dell’Università di Bologna e di Andrea Ferrari di ANED.

 

Credo che attraversare, settant’anni dopo, i luoghi della memoria della deportazione, sia stato doloroso e, allo stesso tempo, utile per suscitare in noi una riflessione sul presente. – commenta l’assessore Simonini –  Da questo sacrificio enorme, che è stato il sacrifico di un intero continente, nascono oggi la libertà, la democrazia, l’Unione Europea come luogo di pace e di rispetto reciproco fra popoli. Il mio ringraziamento va all’ANED e ai ragazzi medicinesi che hanno partecipato, per l’attenzione, la gentilezza e la sensibilità dimostrate durante il viaggio. L’Amministrazione Comunale, che ho avuto il grande onore di rappresentare in queste giornate, sostiene e continuerà a sostenere questi momenti di incontro e scambio che, per quest’anno, si sono inseriti in un ricchissimo calendario medicinese di iniziative sul tema della Liberazione e della Pace. C’è bisogno di una memoria più diffusa e solida per affrontare il futuro, attraverso l’incontro e la condivisione”.